Grazie Helen.

Oggi annunciamo con grande dispiacere la morte di Helen Hodgman, brillante autrice anglo-australiana, con cui abbiamo avuto l'onore di lavorare, dando vita alla prima edizione italiana del suo premiato romanzo, Jack&Jill. Una penna affilata ed elegante nello stesso tempo; una breve ma importante carriera nel panorama della letteratura australiana e oltremare. Helen ha passato la maggior parte della sua vita in Australia, scrivendo pochi romanzi, ma tutti di grande successo. Quando la incontrai parecchi anni fa a Sydney, quello che sarebbe diventato il suo ultimo romanzo (The Bad Policeman) veniva pubblicato. Leggendo Jack and Jill, mi venne l'idea di tradurlo in italiano, provando a interpretare questo particolare stile inglese, trasformandolo in un altrettanto stile particolare in lingua italiana. Dopo anni di lavoro, finalmente Jack&Jill e' vivo, e portera' con se' il ricordo di Helen e della sua bravura, stroncata troppo presto da una lunga e delibitante malattia. Grazie Helen, per aver donato al mondo la tua scrittura. Ecco alcune recensioni di questo modern classic:

-Ciò che contraddistingue ‘Jack e Jill’, il secondo romanzo di Helen Hodgman, è il tono della sua voce: unico, interamente suo, che non deve nulla, a mio avviso, ad altri narratori australiani, anche se nello stesso tempo è un tono distintivamente australiano…vi è un formidabile talento qui…Sunday Times

-Il modo in cui Hodgman usa il linguaggio australiano, rende Barry Humphries un pallido parallelo al confronto. Per quanto strana e folle sia la storia, è un vero piacere leggerla, dall’inizio alla fine. Spectator

-L’umorismo inglese di un talento comico. Hodgman ha un qualcosa che rende questo particolare stile narrativo e la sua voce unicamente suoi.Sydney Morning Herald


-Che manna per la scrittura Australiana è Helen Hodgman. Il giocoso, inquietante scultore del ghiaccio della stranezza umana. Craig Sherborne


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti